Roger Waters - Pink Floyd

Cantanti .it

Roger Waters - Pink Floyd

George Roger Waters (Great Bookham, Surrey, Regno Unito, 6 settembre 1943) è stato uno dei leader dei Pink Floyd , assieme a David Gilmour fino al 1983, anno in cui lasciò il gruppo. Della band Waters era autore dei testi delle canzoni, bassista e cantante (assieme a David Gilmour e occasionalmente a Richard Wright ).

In seguito Waters si è dedicato alla carriera solista.

Egli è nato nei dintorni di Londra ma è cresciuto a Cambridge, dove ha conosciuto Syd Barrett e David Gilmour, suoi compagni di viaggio nell'avventura Pink Floyd.

Tra le sue performance, va ricordata l'esecuzione dell'opera dei Pink Floyd, The Wall, per festeggiare la caduta del Muro di Berlino. L'evento si realizzò a Berlino, in Potsdamer Platz, il 21 luglio 1990, con la partecipazione di numerosi ospiti, tra i quali gli Scorpions, Bryan Adams, Van Morrison , Ute Lemper , Sinead O'Connor e Cindy Lauper .

Nei suoi testi c'è spesso il ritorno alle sue ossessioni, prima fra tutte quelle della guerra: il padre di Waters (cap. Eric Fletcher Waters, 1913-1944) perse la vita combattendo durante la Seconda guerra mondiale, nel corso della battaglia di Anzio nel gennaio 1944. Waters aveva appena quattro mesi, e quindi non ebbe mai la possibilità di conoscere suo padre.

La sofferenza per l'assenza della figura paterna lo accompagnerà sempre; ciò, unitamente alla sua ipersensibilità e, concausa, un atteggiamento profondamente paranoide, lo porterà a chiudersi nella torre d'avorio della sua arte, rifiutando sempre più il pubblico. Famoso è infatti il triste episodio che lo vide protagonista a Montreal: durante un concerto, i fan continuavano a far chiasso ed urlare, impedendo al gruppo di esibirsi; al culmine della rabbia, Roger sputò in faccia ad un suo fan che continuava a spintonare le transenne. Questo episodio fu la conferma che si era ormai eretto un "muro psicologico" tra la band ed il relativo pubblico.

Si arriva al momento culminante nel 1979, con la nascita dell'album The Wall, dove Waters ammette le proprie difficoltà con un abile trasposizione artistica: letteralmente nasconde i Pink Floyd al pubblico con un muro. Alla fine dell'album (e di riflesso, quindi, alla fine di ogni concerto di The Wall), il muro viene abbattuto, metafora dell'artista che rinasce al mondo. Per le sue forti valenze e simmetrie, ne è nata la citata rappresentazione a Berlino.

I critici si trovano concordi nell'associare alla musica di Waters una grande capacità creativa immaginifica, con note ed effetti sonori potentemente evocativi di colori ed immagini. Non per nulla dalle sue idee nasce il film di The Wall, protagonista Bob Geldof, regia (combattuta e sofferta, dato che inizialmente lo stesso Waters voleva dirigerlo) di Alan Parker.

Musicalmente, i suoi inizi lo portano a essere una figura di secondo piano rispetto a Syd Barrett, cui lo legava una profondissima amicizia e stima. Il distacco, stavolta necessario e dovuto da Syd Barrett, se da una parte lo porta ad essere il leader indiscusso e più maturo artisticamente dei Pink Floyd, dall'altra lascerà una traccia indelebile nella sua musica. In molte delle canzoni che compone, si trova impressa, più o meno mascherata, la nostalgia e l'ammirazione per Barrett (da Shine On You Crazy Diamond a Nobody Home, solo per citarne alcune).

Lascia i Pink Floyd in seguito alla accuse da parte del gruppo di averlo monopolizzato (l'album The Final Cut ne è la dimostrazione), scegliendo una direzione eccessivamente autobiografica. L'ennesimo distacco della sua vita, stavolta avviene purtroppo nei tribunali inglesi, dove Waters da un lato, e Gilmour col gruppo dall'altro, combattono per le royalties delle canzoni. La sua carriera solista lo porta su strade nuove, e più libere stilisticamente, ad esempio con al'album del 2005 Ça ira, dove addirittura crea un'opera lirica sulla Rivoluzione francese.

Roger Waters ha partecipato al Live 8 il 2 luglio 2005 assieme agli altri membri dei Pink Floyd (David Gilmour, Nick Mason e Richard Wright) suonando i seguenti brani: Breathe, Breathe (reprise), Money, Wish You Were Here e Comfortably Numb.

Nell'estate del 2006, ha girato l'Europa e gli Stati Uniti col tour "The Dark Side of the Moon - Live", che prevedeva, tra le altre cose, nella seconda parte dei concerti, l'esecuzione integrale dell'album del 1973 come un'unica pièce di circa 50 minuti. Chi ha avuto la fortuna di assistere a questi spettacoli, costellati di grandiosi giochi di luce e suggestivi filmati proiettati su un megaschermo dietro il palco, avrà potuto apprezzare, solo in alcune date, la presenza alla batteria di un altro Pink Floyd: Nick Mason.

Waters è un pacifista e non ha mai nascosto le sue simpatie politiche di sinistra, definendosi personalmente come un socialista e convinto elettore del Partito Laburista Inglese. Nonostante ciò, ultimamente ha fatto scalpore la sua presa di posizione contro la legge che i laburisti hanno presentato per limitare la pratica della caccia alla volpe.

Appassionato di calcio, è tifoso dell'Arsenal.



Con i Pink Floyd

The Piper at the Gates of Dawn (1967)
A Saucerful of Secrets (1968)
More (1969)
Ummagumma (1969)
Atom Heart Mother (1970)
Meddle (1971)
Obscured by Clouds (1972)
The Dark Side of the Moon (1973)
Wish You Were Here (1975)
Animals (1977)
The Wall (1979)
The Final Cut (1983)
Album solisti

Music from "The Body" (1970)
The Pros and Cons of HitchHiking (1984)
Radio Kaos (1987)
Amused to Death (1992)
Ça ira (2005)
Archivio Cantanti e Gruppi Musicali
[A] ... [D]
[E] ... [H]
[I] ... [O]
[P] ... [Z]

Eventi & News



Rihanna in Italia con il The Loud Tour 2011