Zucchero

Cantanti .it

Zucchero

Adelmo Fornaciari (25 settembre 1955, Roncocesi, RE), in arte Zucchero, è un cantautore italiano.


Adelmo Fornaciari, in arte semplicemente Zucchero o Zucchero "Sugar" Fornaciari, inizia giovanissimo a lavorare come autore e produttore nel mondo della musica leggera; la sua prima collaborazione importante è con Michele Pecora, insieme al quale realizza il brano di grande successo Te ne vai.

Nel 1982 esordisce al Festival di Sanremo nella categoria dei giovani, presentando la canzone Una notte che vola via, con cui riesce ad andare in finale; sempre tra i "giovani", parteciperà al Festival dei Fiori anche nel 1983, col brano Nuvola, anch'esso ammesso alla fase finale, partecipando anche come autore della canzone Una sporca poesia, interpretata da Fiordaliso e della seconda classificata Volevo dirti, cantata da Donatella Milani.

Dopo un periodo di pausa, nel 1985 imprime una decisa svolta ai suoi orizzonti artistici, orientandosi verso sonorità più internazionali e realizzando un album insieme alla Randy Jackson Band, da cui, anche per la partecipazione al Festival di Sanremo, trarrà il fortunato singolo Donne; la canzone, molto orecchiabile e ben costruita, sarà un grande successo nei circuiti radiofonici, nonostante venga tacciata di fare il verso alla celeberrima No Woman No Cry di Bob Marley, e lo stesso Zucchero venga ritenuto, come modo di interpretare, troppo vicino a Lucio Battisti.

Questa è una "vicinanza" che Zucchero non rinnegherà affatto, rivendicando espressamente una sorta di continuità col grande cantautore di Poggio Bustone, di cui giungerà a proclamarsi perfino erede: ciò avvenne nel 1986, quando Zucchero, dopo aver partecipato per la quarta volta al Festival di Sanremo col brano Canzone triste, pubblicherà l'album Rispetto, che non concede più nulla alla melodia italiana classica per virare decisamente verso atmosfere e sonorità Rhythm and Blues, non dissimile, in effetti, da certa produzione di Battisti dei primi anni settanta.

Risale a quest'epoca la collaborazione con Gino Paoli che comporrà con Zucchero il brano "Come il sole all'improvviso" e che contribuirà ad alcuni dei brani dell'album Blue's. Il proficuo rapporto con Paoli si incrinerà negli anni successivi a causa, secondo Paoli, dello spostamento dela produzione di Zucchero verso una musicalità poco genuina e per il fatto che i testi degli album successivi hanno perso l'originalità e la spontaneità iniziali.

Nel 1987 avviene la definitiva consacrazione di Zucchero, che con l'album Blue's, che in una sola parola descrive le atmosfere e le preferenze musicali del cantautore, spopolerà nelle classifiche di vendita occupando a lungo la prima posizione della hit parade: tra le canzoni incluse nell'album l'energica Con le mani, che ricorda da vicino le atmosfere di Joe Cocker, la malinconica Senza una donna, di sapore battistiano, che reinterpreterà in inglese in coppia con Paul Young, la delicata Dune mosse e la trasgressiva Solo una sana e consapevole libidine ..., irriverente nei confronti dell'Azione Cattolica e molto vicina ai canoni compositivi di Battisti.

Il successo di Zucchero verrà ampiamente confermato nel 1989 con l'album Oro incenso e birra, che ricalca nello stile il precedente ed è l'album più venduto della storia italiana, già prima di uscire aveva quasi 1.000.000 di prenotazioni. Tra i brani inclusi vi sono Diavolo in me, un'altra canzone molto prossima allo stile di Joe Cocker e la delicata Diamante su testo di Francesco De Gregori, dedicata alla nonna del cantante. Da allora Zucchero, oltre a continuare a sfornare album di grande successo, intraprenderà una frenetica opera di collaborazione con artisti di calibro internazionale, quali i ricordati Paul Young e Joe Cocker, ma anche Luciano Pavarotti, il più grande cantante lirico italiano e forse mondiale, col quale interpreterà in duetto il brano Miserere, incluso nell'omonimo album.

Fra i suoi grandi successi si ricordano inoltre "X colpa di chi?" (inclusa nell'album Spirito DiVino, gli darà modo di esternare la sua adesione agli ideali del comunismo, espressa parodiando alcuni versi del noto inno comunista Bandiera rossa), "Così celeste" (insieme con Cheb Mami) e "Il grande baboomba" con cui ha vinto il Festivalbar 2004.

L'album Zu & Co. del 2004 dove il cantautore duetta con alcuni grandi della musica, debutta al numero 85 della Top 200 di Billboard. Il cd, uscito negli States su etichetta Concorde Records, ha raggiunto le 200.000 copie vendute, grazie anche alla distribuzione nei locali della catena Starbucks. Del successo di Zucchero negli Stati Uniti, hanno parlato anche il Wall Street Journal Europe e il Los Angeles Times.

Egli rimane uno dei più significativi artisti dello scenario musicale italiano, la cui musica è dotata di una dirompente carica energetica specie nelle innumerevoli esibizioni dal vivo, e che, nella felice sintesi realizzate tra sonorità internazionali e tradizione melodica italiana, è tra quelle che si avvicina maggiormente all'ispirazione di Lucio Battisti. Il 14 luglio inizia ad essere trasmesso nelle radio Bacco Perbacco, nuovo e primo singolo dall'album di inediti che verrà pubblicato nell'autunno 2006. Sempre il 14 luglio esce come singolo internazionale "Cuba libre", testo che gioca sul doppio significato del titolo. Da una parte il sentimento antiamericano e a favore di Castro, dall'altro il piacere dell'alcol (col cocktail Cuba libre).

Il nuovo album si intitolerà "Fly" e uscirà il 22 settembre 2006.


Discografia
1983 - Un po' di Zucchero (Polydor)
1985 - Zucchero & The Randy Jackson Band (Polydor)
1986 - Rispetto (Polydor)
1987 - Blue's (Polydor)
1988 - Six Mix (mini album)
1988 - Snack Bar Budapest (colonna sonora, Polydor)
1989 - Oro incenso e birra (Polydor)
1991 - Zucchero (London)
1991 - Live at the Kremlin (Polydor)
1992 - Miserere (Polydor)
1994 - Diamante (raccolta di successi in spagnolo solo per il mercato latino)
1995 - Spirito DiVino (Polydor)
1996 - The Best of Zucchero Sugar Fornaciari's Greatest Hits (Polydor)
1998 - Bluesugar (Polydor)
1999 - Overdose d'amore / The ballads (raccolta di ballate per il mercato latino)
2001 - Shake (Universal Music)
2002 - Spirit cavallo selvaggio (colonna sonora - not on cd)
2004 - Zu & Co.
2006 - Bacco Perbacco (singolo, Polydor)
2006 - Fly (album, Polydor), uscito il 22 settembre 2006
Archivio Cantanti e Gruppi Musicali
[A] ... [D]
[E] ... [H]
[I] ... [O]
[P] ... [Z]

Eventi & News



Rihanna in Italia con il The Loud Tour 2011